Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Struttura | Comitato Tecnico di Valutazione, 15 gennaio 2016

Comitato Tecnico di Valutazione, 15 gennaio 2016

15 gennaio 2016Parole chiave: , , ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il 15 gennaio 2016 si è tenuta l'ottava riunione del Comitato Tecnico di Valutazione (CTV). Cinque gli argomenti all'ordine del giorno:


Programma di lavoro della Presidenza olandese

Il CTV ha avuto uno scambio di opinioni sulle priorità della Presidenza olandese di turno dell'Unione Europea, apertasi lo scorso 1 gennaio. In particolare, sono stati esaminati i temi di maggior rilievo per l'Italia come 'crescita e occupazione',  'libertà, sicurezza e politiche migratorie' ed il completamento dell'Unione bancaria con il 'terzo pilastro' in materia di assicurazione dei depositi bancari.

Sono anche stati rilevati alcuni ambiti, come la politica industriale e l'istituzione di una procura europea, in cui le priorità dell'Italia non trovano pieno riscontro nel programma di presidenza e su cui sarà quindi opportuno nei prossimi mesi fare una adeguata opera di sensibilizzazione presso la Presidenza e gli altri Stati membri.


Politiche migratorie: revisione del regolamento Dublino

Facendo seguito al dibattito del CTV del 16 dicembre 2015, il Comitato ha proseguito, su relazione del Ministero dell'Interno e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) l'approfondimento del tema in vista della presentazione, prevista entro il prossimo mese di marzo, della proposta di modifica del regolamento da parte della Commissione europea.

Preso nota delle valutazioni preliminari del Ministero dell'Interno - che ha sottolineato l'esigenza di favorire una più equa redistribuzione sia dei richiedenti asilo sia dei relativi oneri  tra Stati Membri - il CTV ha condiviso l'opportunità di far pervenire anticipatamente alla Commissione europea le proposte e le considerazioni dell’Italia.


Real Driving Emission

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha informato il CTV sui positivi esiti della recente missione tecnica italiana presso il Parlamento europeo in vista del prossimo voto dell'assemblea plenaria sulla bozza di Regolamento della Commissione europea su 'Real Driving Emission', le emissioni di inquinanti delle autovetture in condizioni di marcia reale.

Il CTV ha evidenziato come queste iniziative siano sempre particolarmente apprezzate dagli eurodeputati italiani e ha invitato le amministrazioni nazionali a organizzarne altre su temi di particolare rilevanza e delicatezza per l'Italia, coinvolgendo gli stessi rappresentanti di Governo.


Referendum britannico

Il CTV ha proseguito l'attività di approfondimento tecnico delle richieste formulate dal Primo Ministro Cameron, in particolare il tema della libera circolazione delle persone. Le diverse amministrazioni hanno presentato i dati finora raccolti sui cittadini italiani che lavorano nel Regno Unito e i cittadini britannici che lavorano in Italia.

MAECI, Ministero del lavoro, Ministero della Sanità e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca presenteranno nelle prossime riunioni del CTV ulteriori aggiornamenti dei dati, in vista delle prossime riunioni a Bruxelles.


Consultazioni aperte della Commissione europea

Il Dipartimento Politiche Europee ha presentato una tabella riassuntiva delle principali consultazioni in corso e ha invitato le amministrazioni a segnalare, fra le consultazioni previste nei prossimi mesi, quelle prioritarie e soprattutto quelle che richiedano un coordinamento fra più Amministrazioni. Si è ricordato, a tal proposito, come nell'ambito del Tavolo di coordinamento sul digitale, siano stati elaborati sei documenti di posizione relativi, tra l'altro, alle vendite online, al geoblocking, ad aspetti tecnici come gli ICT standards, all'economia circolare, alle tasse del brevetto europeo, a questioni legate al clima ed energia.

Il CTV, nel convenire sulla importanza delle consultazioni per una efficace partecipazione alla fase ascendente, ha concordato sull'opportunità di rispondere in modo unitario alle varie consultazioni.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati