Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Struttura | Comitato Tecnico di Valutazione, 4 dicembre 2015

Comitato Tecnico di Valutazione, 4 dicembre 2015

4 dicembre 2015Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il 4 dicembre 2015 si è svolta la riunione del Comitato Tecnico di Valutazione (CTV). Il CTV assicura, nel quadro degli indirizzi del Governo, il coordinamento tecnico tra i soggetti chiamati a partecipare alla fase di formazione degli atti dell'Unione Europea ed assiste il CIAE.


State Aid Partnership (informativa)

Il Presidente del Comitato ha informato il CTV del dialogo in corso con i servizi della Commissione europea sulle modalità attraverso cui razionalizzare i contatti e rendere più efficace la collaborazione fra l'Italia e la Commissione sul tema degli aiuti di Stato. Il CTV ha convenuto sulla opportunità di intraprendere un negoziato che potrebbe portare alla elaborazione di un Accordo di Partnership in materia.  La materia verrà periodicamente sottoposta al CTV e, ove se ne presenti la necessità, al Comitato Interministeriale per gli Affari Europei – CIAE.


Seguiti del vertice de La Valletta tra UE e paesi africani in materia di migrazioni (11-12 novembre 2015)
Il CTV ha preso nota della relazione del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (MAECI) sugli esiti del summit de La Valletta dell'11-12 novembre. Il tema migratorio, in tutte le sue molteplici sfaccettature, farà oggetto di un dibattito di orientamento al prossimo CIAE del 14 dicembre.


Revisione della Politica europea di vicinato (PEV)
Il CTV ha preso nota della informativa del MAECI sulla revisione della Politica europea di vicinato e concordato con le linee tracciate in vista del dibattito che si terra in Consiglio il prossimo 14 dicembre. Il CTV ha rilevato, in questo contesto, l'importanza delle strategie regionali, ricordando la necessità di un rinnovato impegno delle Amministrazioni centrali e regionali per il successo di EUSAIR (EU Strategy for the Adriatic and Ionian Region). E' stato sottolineato, infine, come la revisione debba dare particolare spazio alle tematiche ambientali (come le misure contro la desertificazione) ed alla gestione del fenomeno migratorio.


Agenda "better regulation"
Il CTV ha svolto un ampio dibattito sull'agenda "better regulation", un tassello del più ampio Accordo interistituzionale in corso di discussione presso le istituzioni europee. Un esercizio promosso dall'Italia nel corso del Semestre di Presidenza. Il Comitato ha preso nota con soddisfazione degli esiti delle attività del Governo italiano soprattutto per il filone riduzione degli oneri, i cui principi sono stati accolti nella lettera congiunta firmata da 18 Stati membri al Frans Timmermans (Vicepresidente della Commissione europea). Dopo lo scambio di opinioni sullo stato di avanzamento del negoziato sulla "better regulation", il CTV ha concordato che l'Italia continuerà a partecipare attivamente all'esercizio, attribuendo particolare importanza al tema della riduzione degli oneri, sostenendo l'esigenza di assicurare una valutazione di impatto nei principali passaggi emendativi delle proposte legislative e attribuendo particolare importanza al tema della trasparenza nelle varie fasi del processo decisionale.


Brevetto europeo – Tribunale Unificato dei Brevetti (TUB)
Il CTV ha preso nota con soddisfazione dei risultati ottenuti dall'Italia nel negoziato sull'attuazione del "Pacchetto brevetto" e ha condiviso l'opportunità di imprimere uno slancio agli ulteriori adempimenti per garantire la piena partecipazione dell'Italia al sistema brevettuale ad effetto unitario. In particolare, il CTV ha individuato le seguenti priorità:

  • ratifica entro l'estate 2016 dell'Accordo internazionale per la creazione del Tribunale Unificato dei Brevetti (TUB);
  • istituzione della divisione locale del TUB a Milano, che sarà gestita operativamente attraverso la task force coordinata dal Ministero della Giustizia; 
  • chiusura del negoziato sui diritti processuali del TUB, con un auspicabile 'sconto' per le micro e piccole imprese;
  • tutela degli interessi delle PMI in tutte le decisioni con impatto economico-finanziario sulle imprese in termini di tasse di rinnovo e di traduzione dalle lingue ufficiali del nuovo sistema.


Il CTV è stato informato che l'esame del regime sui diritti processuali del Tribunale si svolgerà a Bruxelles il 7 e 8 dicembre presso la Rappresentanza permanente dell'Italia. La riunione riveste un valore simbolico poiché ospitata dal Paese che più di tutti sta lavorando per una riduzione dei costi per le micro e piccole imprese e per costruire un sistema processuale "a misura" di PMI.


Esiti del tavolo di coordinamento tecnico sulle sentenze di condanna e sulle procedure di infrazione in stato avanzato
Il CTV è stato informato degli esiti della riunione del tavolo di approfondimento tecnico, come deciso dal Comitato Tecnico di Valutazione del 23 novembre scorso, incaricato ad individuare gli aspetti di metodo mirati ad una più efficace trattazione delle procedure di infrazione che si trovano ad uno stadio avanzato. Il gruppo riferirà nuovamente al CTV nel mese di gennaio in vista della successiva informativa al CIAE.


Definizione dell'agenda della prossima riunione CIAE del 14 dicembre
Infine il CTV ha condiviso l'ordine del giorno, ancora parziale, della prossima riunione CIAE del 14 dicembre che si prevede verterà sull'approvazione della Relazione programmatica 2016, discussione su una selezione di procedure di infrazione, approvazione della Strategia nazionale degli appalti pubblici e discussione delle politiche migratorie nella prospettiva di avviare una discussione per un eventuale regolamento post Dublino.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati