Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Sottosegretario | Post di Gozi | Una UE non...

Una UE non a 2 o 3 velocità, ma nucleo dinamico aperto a tutti

20 marzo 2017Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

L'Europa si rilancia individuando nuovi obiettivi che sono l'Europa della difesa, della sicurezza, l'Europa sociale e quella che deve moltiplicare sempre di più le opportunità per i giovani, sapendo che dobbiamo andare avanti tutti insieme laddove possibile, ma non possiamo fermarci per il veto di questo o quello Stato.

Per questa ragione, chi vuole deve poter procedere verso questi obiettivi che sono fondamentali per gli europei e per il ruolo dell'Europa nel mondo. L'Europa ha sempre funzionato così. Nel 1957 sei democrazie europee non hanno aspettato le altre per creare il Trattato di Roma, e lo stesso è accaduto nell'85 con la creazione di Schengen e poi la creazione dell'euro.

L'UE deve procedere con un nucleo di volontà politica ma sempre aperto a tutti coloro che hanno la volontà di esserci e sempre inclusivo delle istituzioni europee. Quindi non due o tre o quattro velocità, ma un nucleo dinamico della volontà politica. La base comune deve essere quella dello Stato di diritto e delle libertà fondamentali, su cui non possiamo essere timidi, altrimenti perdiamo credibilità. Poi si può discutere del resto, a partire ad esempio da un ripensamento delle politiche economiche, perchè la 'terapia' dell'austerità ha prodotto come effetto collaterale la creazione di troppi losers, che vedono nell'UE la causa della loro emarginazione. E' quanto ho sottolineato oggi alla conferenza 'Eu60 re-founding Europe'.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati