Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Sottosegretario | Post di Gozi | In Europa per...

In Europa per il ministro delle Finanze unico serve una legittimazione democratica

29 settembre 2015Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Ministro delle Finanze della zona euro prefigurato dal piano dei cinque presidenti UE (della Bce Mario Draghi, della Commissione UE Jean-Claude Juncker, dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, del Consiglio europeo Donald Tusk e dell'Europarlamento Martin Schulz) per la riforma della governance della moneta unica dovrà avere una legittimazione democratica.

Credo che certamente la governance dell'euro richieda un ripensamento delle istituzioni che governano la valuta comune anche attraverso un Ministro delle Finanze dell'Unione economica e monetaria, ma in questo processo bisogna privilegiare la legittimazione democratica. E le proposte italiane al piano dei cinque presidenti puntano su questo tema della legittimazione democratica e sul controllo da parte del Parlamento europeo e dei Parlamenti nazionali, e sulla necessità di una fiscal capacity per il futuro tesoro UE. L'ipotesi, cioè, che il Ministro delle Finanze possa disporre di un bilancio proprio del quale risponderne davanti ai Parlamenti nazionali e all'Europarlamento.

Quanto al 'serbatoio' da cui attingere per identificare il futuro Ministro delle Finanze europeo, se Commissione o Eurogruppo ad esempio, ci sono varie opzioni aperte: potrebbe essere un vicepresidente dell'esecutivo UE con un portafoglio finanziario, ma va capito come conciliare le prerogative della Commissione con questo ruolo di presidenza e coordinamento proprio del ministro delle Finanze.

Se invece l’ipotesi fosse di una figura distinta dal vicepresidente della Commissione, bisogna evidentemente evitare una frammentazione esecutiva, perché il metodo non deve essere la cooptazione dei ministri dell'Economia, ma di un'investitura e legittimazione democratica.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati