Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Sottosegretario | Post di Gozi | Immigrazione l'accordo sulla...

Immigrazione, l'accordo sulla distribuzione è merito del Governo italiano

21 luglio 2015Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

L'accordo di ieri sull'immigrazione raggiunto al Consiglio UE straordinario degli Affari interni è positivo ed è merito e risultato dell'azione del Governo Renzi, che ha portato alla nuova posizione del governo tedesco e svedese.

Noi abbiamo fatto un discorso chiaro a Germania e Svezia, dicendo loro: "Voi state pagando i costi della 'non Europa', delle non politiche comuni. Spingiamo l'Europa a prendersi le sue responsabilità".

L'alleanza Roma-Stoccolma-Berlino è frutto del lavoro fatto durante il Semestre europeo di Presidenza italiana, quando sono state poste le basi di politiche importanti tra cui quelle in materia di immigrazione.

Non è vero che nel nostro Semestre europeo non abbiamo fatto niente. Altrimenti sarebbe stato impensabile aggirare le regole ferree di Berlino. La contabilità dei migranti andrà in ogni caso poi verificata nell'arco di 24 mesi.

Fra i Paesi che si sono rifiutati di accettare i rifugiati da Italia e Grecia ci sono Austria e Ungheria. Se l'Ungheria non gioca al gioco europeo non è responsabilità di Renzi ma, al momento opportuno, sarà giusto far valere il concetto che la solidarietà non è a senso unico. Se Austria e Ungheria si mettono all'angolo è colpa loro.

L'Europa deve avere un ruolo fondamentale anche nella questione dell'immigrazione economica che gli Stati nazionali, da soli, non sono più in grado di gestire.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati