Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Sottosegretario | Post di Gozi | In Europa serve...

In Europa serve maggiore coordinamento nelle politiche economiche

26 marzo 2015Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo
Questa mattina intervenendo a Bruxelles alla Conferenza sulla crescita dei Socialisti europei ho sottolineato come la crisi abbia mostrato le numerose debolezze della governance economica dell'Unione. Debolezze che vanno ora affrontate e, da questo punto di vista, dobbiamo imparare dal passato per muoverci verso un progetto politico concreto che preveda un più forte coordinamento delle politiche economiche.
 
Per rafforzare crescita ed investimenti, infatti, è fondamentale un policy mix coerente, a livello nazionale ed europeo, tra politiche di bilancio, strutturali, finanziarie e monetarie, disegnato attraverso un approccio più politico. La crisi dell'Unione monetaria ha reso chiaro che l'UE non manca solo di una unione economica e di bilancio, ma anche di una unione politica. Per questo, sviluppare gli strumenti per rafforzare gli investimenti in modo sostenibile implica una maggiore integrazione, in ultima analisi anche politica.
 
Se il picco della crisi è dietro di noi, quello dello scontento sociale verso l'Europa potrebbe ancora essere davanti a noi ed avere conseguenze devastanti. L'elevato e senza precedenti livello raggiunto dalla disoccupazione sta mettendo a rischio la pace sociale e la democrazia in molti Paesi membri. L'UE dovrebbe lavorare attivamente per dissipare questa visione limitata dell'Unione.
 
Per farlo ha bisogno di rinnovare il contratto sociale tra Stati su due direttrici: rafforzare la condivisione del rischio contro gli shock finché è necessario ad uscire dalla crisi e considerare gli squilibri macroeconomici come un problema comune, da affrontare collettivamente.
Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati