Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Newsletter | Istruzione professionale diffusa ma immagine da migliorare

Istruzione professionale diffusa ma immagine da migliorare

4 ottobre 2011Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Gli istituti di formazione professionale rappresentano la scelta di istruzione secondaria per quasi la metà dei cittadini europei, ma solo il 27% dei giovani tra i 15 ed i 24 anni raccomanderebbe questa scelta ai coetanei. Si tratta di istituti che offrono effettivamente buone prospettive di lavoro, ma godono di un'immagine da migliorare. E' quanto emerge da una recente indagine di Eurobarometro sull'"Atteggiamento rispetto all'istruzione e alla formazione
professionale".

Anche l'Italia è in linea con l'Europa: non più del 29% degli intervistati raccomanderebbe l'istituto professionale. Anche se il nostro Paese registra risultati migliori della media europea su altri fronti: il 65% ritiene che l'istruzione professionale porti lavori ben pagati e addirittura il 79% è convinto che porti a lavori "molto richiesti" dal mercato.

Secondo il rapporto di Eurobarometro, il 47% dei cittadini dell'UE ha seguito o sta attualmente seguendo corsi di istruzione e formazione professionale. La situazione è però assai diversa da paese a paese: la percentuale è del 76% nei Paesi Bassi, del 70% in Slovacchia e del 66% nella Repubblica ceca, mentre è solo del 24% in Spagna e Portogallo e del 27% a Malta.


Per saperne di più:
Testo integrale del rapporto Eurobarometro (vedi Report n.369)

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati