Vai direttamente ai contenuti

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Approfondimenti | Trattato di Lisbona

Trattato di Lisbona

10 dicembre 2009
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Trattato di Lisbona, entrato in vigore il 1° dicembre 2009, dota l'Unione Europea di istituzioni moderne e di metodi di lavoro ottimizzati per rispondere in modo efficace ed efficiente alle sfide del mondo di oggi. In una realtà in rapida evoluzione, per affrontare temi quali la globalizzazione, i cambiamenti climatici, l'evoluzione demografica, la sicurezza e l'energia gli europei guardano all'UE. Il Trattato di Lisbona rafforza la partecipazione democratica in Europa e la capacità dell'UE di promuovere quotidianamente gli interessi dei propri cittadini.

 

Altre informazioni

Il Trattato di Lisbona - che modifica il Trattato sull'Unione Europea e il Trattato che istituisce la Comunità europea - è stato firmato nella capitale portoghese il 13 dicembre 2007 dai rappresentanti dei 27 Stati membri. A norma dell'articolo 6, il Trattato deve essere ratificato dagli Stati membri conformemente alle rispettive norme costituzionali e l'entrata in vigore è prevista quando tutti gli strumenti di ratifica saranno stati depositati.

Con la firma del Presidente della Repubblica Ceca del 3 novembre, tutti e 27 gli Stati membri hanno ratificato il Trattato di Lisbona. L'Irlanda, che aveva respinto il Trattato attraverso il referendum popolare del 12 maggio 2008, ha approvato il testo con un secondo referendum, il 2 ottobre 2009.

L'Italia ha provveduto alla ratifica tramite voto parlamentare avvenuto il 31 luglio 2008 con 551 voti favorevoli, nessuna astensione e nessun contrario.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati