Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Mostre itineranti | Prefazione di Sandro...

Prefazione di Sandro Gozi al Catalogo della mostra

23 marzo 2017Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Negli ultimi 60 anni di integrazione europea abbiamo costruito un'Unione di libertà, diritti fondamentali e opportunità passando dalla Comunità dei sei Paesi che firmarono i Trattati di Roma, che posero le basi di una casa comune, all'Unione che conosciamo. Oggi come allora, dobbiamo dire grazie ai padri fondatori per il loro dono più grande: l'Europa.

Negli ultimi anni, l'Unione Europea ha dovuto affrontare sfide complesse, dalla crisi economica alla emergenza migratoria, che ne hanno minato fondamenta e solidità.

E' ancora possibile scegliere l'Europa nel 2017? La risposta è sì! L'Europa è la nostra casa e dobbiamo continuare a costruirla, un pezzo per volta, partendo dalle basi e dai principi che abbiamo posto in questi anni, rilanciando e rinnovando il nostro impegno nel progetto europeo, affrontando con coraggio e nuovo slancio le complessità del nostro tempo, restituendo fiducia e speranza ai cittadini europei.

La mostra fotografica "L'Italia in Europa – L'Europa in Italia", che ha l'ambizione di avvicinare i più giovani alla giovane storia dell'Unione Europea, è stata ideata per sensibilizzare la coscienza collettiva e riaffermare l'identità e i valori europei. Farlo attraverso l'uso delle nuove tecnologie e della multimedialità, come accade con la versione 2017 della mostra, è in fondo una risposta di modernità che non può mancare quando comunichiamo l'Europa, i suoi valori, la sua storia.

Immagini, video, testimonianze storiche raccontano l'Europa meglio di tanti discorsi e parole, rappresentano una Europa che non è qualcosa di 'altro' da noi, riflettono una generazione europea a cui tutti noi apparteniamo, capace di trascendere i confini. E fotografano una Europa che è stata terra delle opportunità e che deve tornare a essere terra della speranza.

 

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati