Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | Concorso "WE_WelcomeEurope" oltre...

Concorso "WE_WelcomeEurope", oltre 250 i progetti presentati dalle scuole

20 marzo 2017Parole chiave: , ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Sono circa 200 gli istituti scolastici italiani che hanno partecipato al concorso WE_WelcomeEurope lanciato da Dipartimento per le Politiche Europee e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma. Un ottimo risultato che testimonia l'interesse verso l'Europa dei più giovani chiamati a riflettere, discutere e dare forma attraverso video e immagini al dibattito sul futuro dell'Unione e alle priorità da affrontare.

Il concorso, aperto a tutte le scuole secondarie di I e II grado del territorio nazionale, si è concluso il 1° marzo scorso. Complessivamente gli istituti scolastici hanno presentato oltre 250 elaborati tra video (70%) e album fotografici (30%). Lazio, Lombardia, Puglia e Campania sono le regioni che hanno registrato una più ampia partecipazione.

Una Commissione è al lavoro per valutare i progetti presentati e selezionare il migliore video e il migliore album fotografico per ciascun ordine di scuola.

Il Dipartimento promuove attività di informazione e formazione nelle scuole italiane attraverso strumenti didattici multimediali come Europa=Noi che favorisce approfondimenti sull'UE con particolare attenzione ai diritti e doveri connessi alla cittadinanza e ai Trattati che hanno consentito, nel tempo, la costituzione e lo sviluppo dell'Unione. Sono oltre 8mila i docenti italiani iscritti alla piattaforma digitale Europa=Noi.

Europa=Noi ha proposto, anche per questo progetto, materiali di approfondimento sui Trattati di Roma e una guida operativa alla realizzazione dei video e degli album utilizzati dai docenti per preparare gli elaborati.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati