Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Comunicati stampa | UE Gozi: con...

UE, Gozi: con proposta italiana al via condivisione dati per lotta alle frodi

8 novembre 2016Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

"L'Italia è ormai diventato Paese leader nell'azione di contrasto alle frodi, passando da 'maglia nera' a modello europeo. Lo scorso anno, i casi di irregolarità e frode sono diminuiti del 20%, mentre solo nei primi 9 mesi di quest'anno abbiamo raggiunto un -34%. Con un risparmio per le casse dello Stato italiano di ben 20 milioni di euro nel 2015 e 60 nel biennio 2014-2015. Per migliorare i già ottimi risultati raggiunti, occorre attuare concretamente la mutua cooperazione amministrativa, ovvero un efficace scambio di informazioni e strumenti tra enti anti frode UE nel settore strategico dei fondi strutturali. Il nostro Paese è stato il primo a sollevare la questione, nel corso del semestre di Presidenza italiana, riscuotendo il consenso della maggior parte dei paesi. Domani presenteremo una proposta normativa che permetterebbe tutto questo concretamente e in tempi celeri. Proponiamo infatti di utilizzare una base giuridica già esistente ovvero il Regolamento europeo n. 883 del 2013 e di integrarlo con la previsione che gli uffici centrali antifrode UE possano scambiare informazioni non solo con l'Ufficio europeo per la lotta antifrode ma anche tra loro".

Così Sandro Gozi, Sottosegretario agli Affari europei, che interverrà domani a Bruxelles alla Conferenza internazionale "Cooperation project in the anti-fraud sector", nel corso della quale verranno presentati i risultati del «Progetto di cooperazione nel settore antifrode» ideato dal Nucleo della Guardia di Finanza per le repressione delle frodi nei confronti dell'UE. "Sono orgoglioso – ha concluso Gozi - che la proposta sia italiana e che ad oggi siano già ben 15 gli Stati Membri che vi hanno aderito".

Promossa dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio, insieme al Parlamento europeo ed all’Ufficio europeo lotta anti-frode, la conferenza vedrà alternarsi gli interventi di Antonio Tajani e David Sassoli, Vice-presidenti del Parlamento europeo, Kristalina Georgieva, Vice-presidente della Commissione Europea, Giovanni Kessler, Direttore Generale dell’Ufficio europeo Lotta Antifrode, e Giorgio Toschi, Comandante Generale della Guardia di Finanza.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati