Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Comunicati stampa | Comitato Interministeriale per...

Comitato Interministeriale per gli Affari Europei (CIAE), 2 marzo 2016

  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

2 marzo 2016Il Comitato Interministeriale per gli Affari Europei (CIAE) si è riunito mercoledì 2 marzo 2016 alle ore 10 presso la Sala Verde di Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Sottosegretario per le Politiche e gli Affari Europei, Sandro Gozi.

Hanno partecipato alla riunione i Vice ministri all'Economia e Finanze Enrico Zanetti, all'Interno Filippo Bubbico e alle Politiche agricole alimentari e forestali Andrea Olivero, i Sottosegretari alla Giustizia Cosimo Maria Ferri, alla Difesa Gioacchino Alfano, allo Sviluppo Economico Antonio Gentile, all'Ambiente Tutela del Territorio e Mare Barbara Degani, all'Istruzione Università e Ricerca scientifica Gabriele Toccafondi, alla Salute Vito De Filippo, alle Riforme Costituzionali e Rapporti con il Parlamento Luciano Pizzetti, nonché in rappresentanza della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province Autonome l'assessore Serena Angioli e in rappresentanza dell'Anci il Sindaco Osvaldo Napoli.


Politiche migratorie: revisione del Regolamento di Dublino

Il CIAE ha discusso le iniziative da intraprendere in vista della presentazione da parte della Commissione europea della proposta di revisione del Regolamento cosiddetto Dublino III in tema di diritto d'asilo, approvando le linee di azione proposte dal Ministero dell'Interno d'intesa con il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale.

Alla Commissione europea e agli altri Stati membri verranno presentate prossimamente le priorità e le proposte italiane basate sul principio della gestione europea della emergenza migratoria, della salvaguardia di Schengen e della condivisione degli oneri e degli impegni, attraverso un approccio integrato che contemperi un controllo più efficace delle frontiere con l'attuazione delle decisioni in materia di ricollocazione e rimpatri.
 

Economia circolare

Il CIAE ha proseguito il dibattito sulla strategia dell'economia circolare, presentata dalla Commissione europea lo scorso dicembre, alla luce degli elementi emersi sia nelle varie formazioni consiliari dell'UE, come il Consiglio Competitività di lunedì scorso, sia nelle precedenti riunioni del CIAE, sia nel tavolo di lavoro tecnico coordinato dal Ministero dell'Ambiente e dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Le indicazioni emerse nel corso della discussione saranno finalizzate alla definizione di una posizione italiana in vista dei prossimi appuntamenti europei.


Accordo di partnership con la Commissione europea in tema di aiuti di Stato

Il CIAE ha esaminato la proposta di accordo di partenariato con la Commissione europea in tema di aiuti di Stato. L'accordo è finalizzato al rafforzamento del controllo, sia nella fase ex ante che ex post, dei progetti che beneficiano di aiuti di Stato sia soggetti alla previa notifica che esenti da notifica.

Il CIAE ha dato mandato al Comitato Tecnico di Valutazione di fornire alle amministrazioni gli ulteriori chiarimenti tecnici richiesti nel corso della riunione.

E' emersa la consapevolezza della necessità di assicurare maggiore coerenza ed organicità dell'azione dell'Italia in questo ambito garantendo al tempo stesso alle Amministrazioni la loro ownership sia come titolarità della concessione degli aiuti, sia come responsabilità per la ideazione e gestione dei regimi di aiuto.


Procedure di infrazione

Il CIAE ha preso atto dell'ottimo risultato raggiunto a seguito delle recenti decisioni della Commissione europea. Il numero delle procedure di infrazione a carico dell'Italia si è infatti ridotto a 83 casi, un record storico positivo che – è stato sottolineato – deve essere motivo per proseguire a lavorare in questa direzione.

Successivamente, il Comitato si è confrontato su alcuni casi che richiedono un intervento urgente.

Procedura d'infrazione n. 2011/4030 ed EU Pilot 8311/16/GROW relativa al divieto di commercializzazione dei sacchetti di plastica
Il CIAE ha deliberato che il Ministero dell'Ambiente predisponga al più presto lo schema legislativo di recepimento della direttiva 2015/720/UE per concludere il medesimo in anticipo rispetto al termine ultimo fissato dalla direttiva (novembre 2016).

Caso EU Pilot 5938/13/SNCO relativo all'indicazione del paese di origine sull'etichettatura degli alimenti
Sarà presentata a breve, dopo le opportune verifiche con i servizi della Commissione UE, una norma volta al superamento anche dei residui aspetti problematici in materia.

Caso EU Pilot 6955/14/ENVI relativo ai calendari venatori
Il CIAE ha deliberato un approfondimento tecnico tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero dell'Ambiente per la predisposizione di un eventuale emendamento del Governo alla Legge europea 2015, in fase di esame al Senato, al fine di anticipare al 20 gennaio il termine per la chiusura della caccia.

Procedura d'infrazione n.2011/4147 sul non corretto recepimento della direttiva 2004/80/CE relativa all'indennizzo delle vittime di reato
Il CIAE ha espresso pieno sostegno alla volontà manifestata dal Ministero della Giustizia di presentare a breve una norma che superi in modo definitivo la procedura.


Documento "Una strategia europea condivisa per crescita, lavoro e stabilità"

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha sinteticamente esposto al Comitato le linee principali del documento "Una strategia europea condivisa per crescita, lavoro e stabilità", contributo italiano al dibattito in corso sulla crescita economica, la stabilità finanziaria e l'aumento dell'occupazione. Il documento è stato inviato ai vertici delle istituzioni europee e ai Governi di altri Stati membri.
 

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati