Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Consultazioni pubbliche | Consultazione pubblica sugli...

Consultazione pubblica sugli aiuti di Stato

11 gennaio 2016Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

La Commissione europea ha avviato il 6 gennaio 2016 una consultazione pubblica sulla Comunicazione del 29 aprile 2009 relativa a una procedura di esame semplificata per determinati tipi di aiuti di Stato.

La Comunicazione prevede che talune categorie di aiuti di Stato, che di norma non danno adito a dubbi quanto alla loro compatibilità con il mercato interno, siano approvate il più rapidamente possibile non appena gli Stati membri presentano una notifica completa. Precisa, inoltre, le condizioni in base alle quali la Commissione adotta di norma una decisione in forma abbreviata per dichiarare taluni tipi di aiuti di Stato compatibili con il mercato interno e fornisce indicazioni in merito alla procedura stessa.

La Commissione europea ha chiesto agli Stati membri con la consultazione di fornire indicazioni, sulla necessità di una revisione della Comunicazione, in base all'esperienza acquisita con la sua applicazione in parola nel corso degli ultimi sei anni, affinché rispecchi il nuovo assetto normativo scaturito dal processo di modernizzazione degli aiuti di Stato.

In particolare, a seguito della revisione del regolamento generale d'esenzione per categoria nonché della quasi totalità degli orientamenti in materia di aiuti di Stato, la Commissione europea intende sondare l'opinione degli Stati membri sull'opportunità di mantenere in vita uno strumento normativo che alla luce della evoluzione del quadro di regole in materia di aiuti di Stato potrebbe non essere più necessario.

La consultazione, chiusasi il 6 aprile 2016, ha interessato le autorità nazionali, ma ha coinvolto anche cittadini, imprese e organizzazioni. 

Le autorità italiane hanno trasmesso le proprie osservazioni alla Commissione europea il 6 aprile 2016. Tali osservazioni, come comunica la Commissione europea, saranno utilizzare nel quadro della revisione o dell'eventuale abrogazione della procedura semplificata

Documento italiano di osservazioni alla consultazione [.pdf - 3,59 Mbyte]


(ultimo aggiornamento: 15 aprile 2016)
Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati