Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Comunicati stampa | Migranti Gozi: Bene...

Migranti, Gozi: Bene Juncker, l'UE ritrovi la sua identità

9 settembre 2015Parole chiave: , ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo
"Le parole di Juncker di oggi in materia di immigrazione sono importanti per due ordini di ragioni. Da un lato, indicano la forte volontà della Commissione europea di voler voltare pagina rispetto al passato, rispetto ai tempi delle sole parole e dei soli minuti di silenzio davanti alle bare dei profughi morti. Dall'altro, confermano che le prese di posizione del Governo italiano, gli sforzi fatti  fin dal nostro semestre di presidenza per giungere ad una politica comune europea sull'immigrazione, non sono state vane. Anzi, oggi sono senso comune. Ma adesso dobbiamo fare presto. Affrontare il dramma dei profughi in fuga dalla guerra può diventare una opportunità per far ritrovare all'Europa le sue radici, la sua identità e dare risposte concrete: alcuni cedono alla demagogia e ripropongono il ritorno ai vecchi steccati nazionali e ai vecchi confini. C'è solo il piccolo problema che con le ricette del buon mondo antico non si risolve nemmeno mezza crisi del complicato mondo moderno".
 
Così il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari e alle Politiche europee, Sandro Gozi, commenta il discorso del Presidente della Commissione, Claude Juncker, al Parlamento europeo.
Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati