Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | Gozi su voto...

Gozi su voto in Gran Bretagna e Festa dell'Europa

9 maggio 2015Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo
Il Sottosegretario Gozi in due interviste affronta i principali temi dell'attualità europea.
 
Sul Mattino, Gozi commenta il voto in Gran Bretagna e l'annunciato referendum sull'UE. "Londra - spiega il Sottosegretario - non vuol uscire dall'Europa, vuole rinegoziare. E questo non è una cosa negativa in sé. A nostro giudizio su una cosa non si può trattare, sulla libera circolazione delle persone negli stati che aderiscono alla UE. Cioé sulla questione del valore della solidarietà il cui peso non può ricadere solo su Paesi come l'Italia, perché non è un problema nostro, bensì comune a tutti. Sta ai britannici dirci cosa vogliono rinegoziare". Per Gozi, c'è bisogno di più Europa soprattutto su due grandi temi come l'immigrazione e l'economia.

Sul Messaggero, esamina invece le ragioni della sconfitta elettorale in Gran Bretagna del Labour. "Il programma economico non è stato convincente. Una forza di sinistra vince le elezioni se sfonda al centro. Ed Miliband non è riuscito a mobilitare tutto l'elettorato di sinistra, anche per la straripante vittoria dei nazionalisti scozzesi, né a convincere gli elettori centristi come era riuscito a Tony Blair". E sulla Festa dell'Europa, anticipa: "Oggi all'Expo diremo che può aprirsi un nuovo ciclo politico, completando la costruzione europea non dico in 65 giorni ma neppure 65 anni, tanti quanti ne sono passati dalla dichiarazione di Schuman. Magari in 650 giorni!».
Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati