Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | Strategia UE Adriatico-Ionica...

Strategia UE Adriatico-Ionica, Gozi: esempio dell'Europa che vogliamo

10 dicembre 2014Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Conferenza di Rimini%2C 10 dicembre 2014"Il convegno di oggi è un momento operativo e non celebrativo. Siamo qui a Rimini perché vogliamo concretizzare una straordinaria opportunità: la Strategia UE per la regione Adriatico-Ionica può diventare un moltiplicatore di occasioni per oltre 70 milioni di persone". Lo ha dichiarato Sandro Gozi, Sottosegretario agli Affari Europei, aprendo a Rimini i lavori della Conferenza 'Strategia UE per la Regione Adriatico-Ionica: un ponte per l'Europa', organizzata nell'ambito del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea.

"Crediamo fermamente che l'Adriatico debba essere il mare d'Europa - ha spiegato Gozi - La Presidenza italiana si è battuta per avviare un nuovo ciclo politico e la macroregione rappresenta un ottimo esempio dell'Europa che vogliamo: basata su sviluppo e nuovi posti di lavoro, e concentrata su settori strategici quali ambiente, crescita marittima, turismo e cultura".

La Conferenza rappresenta la prima iniziativa in Italia dedicata alla Strategia UE Adriatico-Ionica dopo l'approvazione del Consiglio europeo del 24 ottobre 2014 e il lancio ufficiale avvenuto a Bruxelles il 18 novembre scorso.

La Macroregione Adriatico-Ionica coinvolge otto Paesi europei di cui quattro (Albania, Bosnia Erzegovina, Montenegro e Serbia) aspirano ad entrare nell'Unione, 13 regioni italiane interessate, e 70 milioni di cittadini europei. "L'area più popolata del continente - ha sottolineato Gozi - dopo la Germania".

"Questa iniziativa ci permette di continuare il dialogo che da sempre manteniamo vivo con i paesi balcanici. Sono convinto che attraverso il percorso intrapreso con la strategia Adriatico-Ionica sia possibile proseguire nel processo di allargamento: il futuro della nostra Europa è l'apertura e non la chiusura, e la macroregione è un fondamentale tassello in questo mosaico".

L'iniziativa riminese intende approfondire la prospettiva politica della Strategia UE Adriatico-Ionica (Eusair), il sistema territoriale inteso come rete e i possibili sviluppi del Piano d'azione.

Nella sessione iniziale dei lavori, sono intervenuti oltre al Sottosegretario Gozi, Andrea Gnassi, Sindaco di Rimini, Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Silvia Velo, Sottosegretario all'Ambiente, Gentian Elezi, Vice Ministro per l'Integrazione europea dell'Albania, Gian Mario Spacca, Presidente della Regione Marche, e Franco Iacop, Presidente del Consiglio Regionale della Regione Friuli Venezia Giulia. 

La Conferenza ospita interventi di amministrazioni centrali, Regioni, Enti locali, Camere di commercio, Università, Reti radio-tv pubbliche, oltre a rappresentanti degli altri Paesi dell'UE coinvolti nel progetto.


Link correlati:

Intervista del Resto del Carlino a Sandro Gozi (9 dicembre 2014)

Galleria fotografica della conferenza 
Servizio del Tg3 Regione-Emilia Romagna

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati