Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Consiglio Affari generali, 13 maggio 2014

Consiglio Affari generali, 13 maggio 2014

13 maggio 2014Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Consiglio ha celebrato il decimo anniversario dell'allargamento del 2004 ed esaminato i preparativi della prossima riunione del Consiglio europeo che si terrà il 26 e 27 giugno. Tra le priorità dell'ordine del giorno del Consiglio europeo figureranno certamente le relazioni con l'Ucraina e la Russia e altri partner orientali. Ma si prevede che i leader dell'UE discuteranno anche il tema degli orientamenti strategici della programmazione legislativa e operativa nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia e le tematiche relative al clima e all'energia al fine di adottare al più presto, e comunque non oltre ottobre 2014, una decisione finale sul nuovo quadro politico.
 
Il Consiglio europeo concluderà inoltre il semestre europeo, il ciclo semestrale di coordinamento delle politiche economiche tra gli Stati membri. I leader dell'UE procederanno a uno scambio di opinioni sulle misure da prendere a livello nazionale e approveranno le raccomandazioni specifiche per paese sulle riforme strutturali, le politiche di occupazione e i bilanci nazionali.
 
Il Consiglio "Affari generali" ha adottato nuove norme per promuovere l'efficienza dei mercati finanziari dell'UE, modificando e sostituendo la direttiva vigente relativa ai mercati degli strumenti finanziari ("MIFID"). Inoltre, sono state stabilite nuove norme riguardo alla sorveglianza delle frontiere marittime esterne (Frontex). Le norme mirano a contribuire alla prevenzione di tragedie in mare come quelle verificatesi di recente nel Mediterraneo meridionale.
 
Il Consiglio ha adottato anche una direttiva sulle condizioni di ingresso e soggiorno di cittadini di paesi terzi per incarichi temporanei nell'UE.


Per saperne di più:
Approfondimento sul sito del Consiglio europeo

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati