Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Comunicati stampa | Bilaterale Italia-Commissione UE...

Bilaterale Italia-Commissione UE su aiuti di Stato, Gozi: “Molti passi avanti, percorso virtuoso è iniziato e non si torna più indietro”

13 maggio 2014Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Si è conclusa oggi presso la Sala Verde di Palazzo Chigi una riunione bilaterale Italia-Commissione europea sul rinnovato partenariato nell'ambito del processo di riforma degli aiuti di Stato nonché su alcuni casi attualmente pendenti, inclusi quelli di recupero degli aiuti illegittimi.

L’incontro, organizzato e coordinato dal Dipartimento Politiche Europee, è stato presieduto dal Sottosegretario per gli Affari Europei, Sandro Gozi, che ha dichiarato: “Usciamo da questa riunione soddisfatti e determinati, perché siamo riusciti in modo concreto ad illustrare le tante iniziative e azioni messe in campo e, soprattutto perché abbiamo potuto dimostrare i significativi passi avanti fatti, in virtù dell’impegno e del lavoro svolto dalle Amministrazioni volte a rendere sempre più efficace il processo di modernizzazione avviato sugli aiuti di Stato. Ciò non significa che il processo sia realizzato, l’obiettivo è ancora lontano, ma il percorso virtuoso è iniziato e non si torna più indietro”.

Per la Commissione europea, hanno partecipato Karl Soukup, direttore degli aiuti di Stato (Direzione generale della Concorrenza), Alessandra Forzano e Luca Rossi; per il Dipartimento Politiche Europee, il Capo Dipartimento Diana Agosti, del consigliere Nicola Verola e del Coordinatore per gli aiuti di Stato, Valerio Vecchietti. E’ intervenuto anche il Sottosegretario all’Economia, Giovanni Legnini.

L’incontro si è articolato in due sessioni. Nella prima, si è dibattuto di questioni a carattere generale riguardo l’uso ottimale degli aiuti in esenzione, nel contesto di un utilizzo più efficiente delle risorse pubbliche. Si è, inoltre, discusso sulle modalità per migliorare la collaborazione tra la Commissione e gli Stati Membri. E’ stata presentata, infine, la struttura istituzionale e normativa nazionale per la gestione ed il controllo degli aiuti pubblici.

La seconda sessione ha avuto carattere più tecnico ed è stata dedicata alla trattazione di taluni dossier sensibili riguardanti casi di aiuti di Stato compresi quelli illegittimamente concessi. In questo ambito, sono state definite le ulteriori concrete azioni da intraprendere.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati