Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Comunicati stampa | Infrazioni Gozi: Per...

Infrazioni, Gozi: Per abbatterle il governo lavora a "pacchetto speciale Semestre"

28 aprile 2014Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Sandro Gozi"Occorre compiere nel Semestre europeo di Presidenza italiana uno sforzo straordinario per abbattere in maniera importante il numero di infrazioni. Dobbiamo farlo non solo perché è giusto, ma perché avere 114 infrazioni vuol dire trovarsi in una situazione di illegalità e non credo che a nessun Parlamento o Governo possa piacere una tale condizione. E' quindi intenzione del Governo varare un vero e proprio 'Pacchetto speciale semestre', che preveda non solo l'approvazione rapida delle leggi europee bis, ma anche un forte impegno nel 2014 rispetto alle nuove leggi di delegazione europea che vorremmo adottare sin all'inizio del Semestre". Così il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari europei, durante la replica alla Camera dei Deputati a margine della discussione sui disegni di leggi europee 2013 bis.

"Credo che l'alto numero di infrazioni sia dovuto in larga misura a una attuazione solo parziale della legge 234/2012. Ora però, per la prima volta, quei Nuclei di valutazione degli atti dell'Unione europea che la legge prevede vengano creati presso i Ministeri, sono stati riuniti presso il Dipartimento Politiche Europee. Questi nuclei assicurano quel coordinamento necessario per sopperire all'inerzia e ai ritardi delle amministrazioni di settore. Non si tratta comunque solo di uno sforzo legislativo, ma anche culturale. Occorre - conclude Gozi - far propria quella buona cultura europea che ci invita a un'efficace negoziazione delle norme, prima, e a un rapido e corretto recepimento, poi".


Guarda l'intervento integrale del Sottosegretario Gozi

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati