Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | "100 primi giorni...

"100 primi giorni di Governo": 100 giorni di impegno in Europa

7 agosto 2013Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

"L'Europa è l'orizzonte del Governo italiano. Solo nella cornice di una maggiore integrazione dell'Unione è possibile infatti dare una soluzione, seria e sostenibile, alle tante difficoltà strutturali che il nostro Paese deve affrontare". Si apre con queste parole la scheda dedicata al tema 'Europa-Mondo' del rapporto 'I primi 100 giorni del Governo’ pubblicato sul sito internet del Governo www.100giorni.governo.it. Il rapporto offre una sintesi, corredata da infografiche, dei primi 100 giorni di attività dell'esecutivo.

L'Europa, si legge nel rapporto, deve tornare "a offrire un ambiente in grado di sostenere la capacità di azione delle politiche nazionali. Non gabbia di vincoli, regole, procedure. Ma opportunità di crescita, benessere, futuro. L'Europa dei popoli, da cambiare insieme ai nostri partner e cui restituire dignità e 'calore' nel dibattito pubblico. L'Europa che dà risposte vere ai bisogni delle persone, lasciandosi alle spalle gli anni dell'austerità e del rigore fine a se stesso".

Nel ricordare l'azione del Governo, si sottolineano i "due obiettivi paralleli e complementari" perseguiti: da un lato, essere in prima fila tra i Paesi 'costruttori' degli Stati Uniti d'Europa; dall'altro, riallineare l'agenda italiana con quella europea, sullo sfondo della nostra più ampia agenda globale."

In proposito, si evocano la chiusura della procedura di deficit eccessivo per l'Italia e il Consiglio europeo del 27 e 28 giugno 2013, con l'impegno per la lotta al dramma della disoccupazione dei giovani e l'anticipo al 2014 dell’attuazione del Fondo Europeo per l’Occupazione giovanile (aumentato da 6 a 9 miliardi, di cui 1,5 per l’Italia) e la Garanzia per la Gioventù (Youth Guarantee), per dare ai giovani un'offerta di occupazione, studio, apprendistato o tirocinio entro quattro mesi dall’uscita dall'università o dalla perdita del lavoro.

Un capitolo è dedicato all'approvazione, il 31 luglio, con un voto a larghissima maggioranza, della 'Legge di delegazione europea 2013' e della 'Legge europea 2013', che consentono all'Italia di archiviare 19 procedure d'infrazione alle norme UE,e di avviare il processo di recepimento di 40 direttive.


Per saperne di più:
Sito del Governo italiano

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati