Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Comunicati stampa | UE: Quadro di...

UE: Quadro di valutazione del mercato interno, nota del Dipartimento

9 ottobre 2012Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

In merito ai dati oggi pubblicati dalla Commissione europea relativi al Quadro di valutazione del mercato interno, si precisa che il Quadro di valutazione n. 25, riporta dati risalenti al mese di maggio scorso ed elaborati dalla Commissione europea sulla base delle informazioni trasmesse dagli Stati ad aprile 2012.  

La fotografia della situazione attuale sarà invece contenuta nel Quadro di valutazione n. 26 (pubblicazione prevista a febbraio 2013). Sulla base delle nostre previsioni riteniamo che il deficit di recepimento delle direttive UE, per quanto riguarda l’Italia, si attesterà all'1%, a fronte del 2,4% registrato nel Quadro di valutazione pubblicato oggi.

Per maggiore chiarezza, è importante ribadire la differenza tra procedure d'infrazione e il deficit di recepimento delle direttive. Per le procedure d'infrazione, il comunicato della Commissione indica che siamo lo Stato con più procedure a carico, seguiti da Grecia e Belgio. Per il deficit di recepimento – ossia la percentuale delle direttive in materia di mercato interno non recepite in tempo negli ordinamenti nazionali – il deficit del 2,4% del mese di maggio scorso è per lo più dovuto al ritardo nell'approvazione della "Legge Comunitaria 2010" avvenuta a fine novembre 2011, con inevitabili conseguenze sul recepimento delle direttive in essa contenute. Questo dato del 2,4% è in linea con la media dell’Italia negli ultimi anni.


Leggi il comunicato della Commissione europea

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati