Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | Moavero Milanesi "il...

Moavero Milanesi, "il mercato unico ha portato crescita e sviluppo"

16 aprile 2012Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Lezioni d'Europa%2C Roma - 16 aprile 2012"L'Europa è il nostro domani, ma è anche il nostro oggi. E' un processo in costruzione: molto è stato fatto, ma molto resta ancora da fare". Ha aperto così oggi il Ministro per gli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, la sua "lezione" sui "Vent'anni di mercato unico", primo appuntamento dell'edizione 2012 di "Lezioni d'Europa: pensare oltre i confini".

"Lezioni d'Europa" è il ciclo di incontri promossi dal Parlamento europeo, dalla Commissione europea, dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri. L'iniziativa è volta a rafforzare l'identità e promuovere i valori europei, approfondendo i temi di grande attualità legati all'Europa.

Nel suo intervento, Moavero Milanesi ha sottolineato come la crescita dell'Europa sia sotto gli occhi di tutti. Lo dimostrano tanti casi di successo della costruzione europea. "Ricordo il progetto Erasmus che avvicina gli studenti di tutta Europa. Ma anche il trattato di Schengen sulla libera circolazione delle persone. E poi, ovviamente, il mercato unico".

Ricorda il ministro come "tra la fine del 1992 e l'inizio del 1993, i venti anni che celebriamo oggi iniziava il vero processo per il libero scambio e la libera circolazione. Non solo di beni, ma anche di capitali, persone e servizi. Anche se quest'ultimo è andato ad un ritmo più lento e non si è ancora concluso del tutto. Un processo iniziato già nel 1957 con il trattato di Roma".

"Oggi - ha spiegato Moavero Milanesi - con questo anniversario vogliamo ricordare l'accelerazione che il mercato unico ha avuto nel 1992, con la decisione dell'entrata in vigore di tutte le norme: un importante tappa nella realizzazione del libero mercato che ha portato crescita e favorito lo sviluppo".

Progetti incompiuti? "Ci sono settori incompiuti - ha precisato il Ministro, rispondendo ad una domanda del pubblico presente alla "lezione" - sui quali dobbiamo lavorare e migliorare, ome l'Europa dei servizi, l'Europa digitale, la politica estera e di sicurezza comune".

Lavorare insieme per avere un peso sempre maggiore nel quadro mondiale, ha poi invocato Moavero Milanesi: "Affinché l'Europa possa avere un ruolo di spicco nello scacchiere mondiale è necessario che tutti i Paesi siano coesi. L'Europa in questi mesi sta lavorando insieme nell'interesse dei cittadini. Noi come persone dobbiamo continuamente sollecitare passi avanti".

Il ministro ha anche sottolineato di avere dedicato "gran parte della propria vita fisica e professionale alla costruzione dell'Europa. Siamo di fronte ad un fatto unico nella storia con gli Stati che cedono volontariamente la loro sovranità. Il Governo Monti è fortemente impegnato nella costruzione europea".

Dopo Roma, Lezioni d'Europa si sposterà a Cosenza dove il 13 giugno è previsto l'intervento di Fabrizio Barca, Ministro per la Coesione territoriale.


Per saperne di più:
Lezioni d'Europa con il Ministro Moavero Milanesi (10 aprile 2012)
Sito di Lezioni d'Europa

Intervista del Ministro Moavero a Spazio Europa-GR Parlamento


Ultimo aggiornamento: 18 aprile 2012
Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati