Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | SOLVIT rimborso dell'IVA...

SOLVIT, rimborso dell'IVA quando si è in altro Paese UE

21 dicembre 2011Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Chi richiede il rimborso dell'IVA ed è stabilito in un Paese diverso dal Paese di rimborso, ha diritto ad ottenere una risposta entro tempi certi: le autorità devono comunicare la decisione di approvare o respingere una domanda di rimborso entro 4 mesi dalla ricezione della richiesta. Lo stabilisce la direttiva 2008/9/CE che stabilisce norme dettagliate in materia.

Il SOLVIT Italia ha seguito i casi di due società italiane stabilite in Germania che hanno richiesto alle autorità fiscali tedesche due richieste di rimborso IVA. La direttiva prevede che per ottenere tale rimborso, il richiedente debba inoltrare allo Stato membro a cui viene chiesto il rimborso una richiesta elettronica che presenta anche allo Stato membro in cui è stabilito attraverso un portale elettronico.

Le due società italiane non hanno ricevuto alcuna risposta e si sono quindi rivolte al SOLVIT.

La rete ha scoperto che le società avevano fornito dati errati: in un caso dell'indirizzo di posta elettronica, nell'altro delle coordinate bancarie. Grazie alla cooperazione dei centri SOLVIT italiano e tedesco e disponibilità delle autorità della Germania, è stato  possibile prendere in considerazione i nuovi dati e rapidamente sono stati poi erogati i rimborsi richiesti.


Per saperne di più:
Approfondimento sul SOLVIT
I casi risolti dal SOLVIT
La direttiva 2008/9/CE

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati