Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | Club di Venezia...

Club di Venezia, la comunicazione via web in tempi di crisi

15 novembre 2011Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Club di Venezia%2C 2011La comunicazione in tempo di crisi e l'impatto delle nuove tecnologie nella comunicazione pubblica sono al centro della due-giorni del Club di Venezia, l'organismo informale che riunisce i responsabili della comunicazione istituzionale degli Stati dell'Unione (membri e candidati) e delle istituzioni europee (Commissione, Parlamento e Consiglio). Membro per l'Italia è il Dipartimento Politiche Europee, responsabile nazionale del coordinamento della comunicazione sull'UE.

"La comunicazione via web gioca un ruolo fondamentale durante le fasi di crisi mondiale: favorisce l'abbattimento delle barriere tra le persone e la circolazione di idee contribuendo ad un processo di democratizzazione a livello globale", ha dichiarato il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, aprendo i lavori del Club di Venezia.

Il Club di Venezia rappresenta "un'idea giusta e visionaria per affrontare le sfide di un mestiere in continua evoluzione", così Herman Van Rompuy, Presidente del Consiglio europeo, in un messaggio portato dal suo portavoce Dirk De Baker. "Il Club di Venezia consente ai comunicatori istituzionali europei di scambiarsi esperienze e discutere di come affrontare le sfide di un mestiere in continua evoluzione e indispensabile per accompagnare e spiegare le politiche istituzionali", scrive nel messaggio Herman Van Rompuy.

Il Ministro per le Politiche Europee, Anna Maria Bernini, in un saluto portato dal suo portavoce Alessandro Usai ha voluto esprimere apprezzamento e gratitudine per il lavoro che da 25 anni il Club di Venezia svolge sul ruolo della comunicazione pubblica europa: "un lavoro indispendabile anche per le attività istituzionali e che funge da stimolo al Governo, soprattutto in un contesto economico quale quello che ha contraddistinto questi ultimi mesi, che ha chiamato spesso in causa l'Unione Europea di fronte all'opinione pubblica".

Tra i progetti presentati nella due-giorni, "Nuovi talenti per l'Europa" iniziativa promosso dalla Rai e dalle istituzioni italiane ed europee, rivolta al pubblico giovane per premiare il video che meglio promuove i valori della cittadinanza europea.

Presentando il progetto, venerdì 11 novembre, l'amministratore delegato di RaiNet, Piero Gaffuri, ha sottolineato come "nell'epoca del web 2.0, internet rappresenta la piattaforma ideale per creare una cittadinanza attiva e consapevole, ma soprattutto per costruire tra i giovani una condivisione generale di valori indispensabili per la nostra identità europea. Il progetto Nuovi Talenti per l’Europa va proprio in questa direzione".

Il Club di Venezia, che nel 2011 compie 25 anni dalla sua fondazione, affronta temi quali la "Comunicazione pubblica in Europa: sfide, successi, prospettive", "Nuovi sviluppi nella comunicazione web e l'impatto delle nuove tecnologie" e "Strategie di comunicazione in tempi di disordini: la crisi globale economico-finanziaria, le rivolte geopolitiche nell’area del Mediterraneo".


Per saperne di più:
Programma dei lavori [.pdf - 174 Kbyte]
I lavori del Club, sintesi dei contributi presentati
Galleria fotografica del Club di Venezia
Messaggio di Herman Van Rompuy [.pdf - 659 Kbyte]
Approfondimento sul Club di Venezia

Video-report dedicato alla due-giorni di lavori


Nuovi talenti per l'Europa
: comunicato RAI e scheda-progetto
Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati