Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Eventi | L'attuazione della Direttiva...

L'attuazione della Direttiva Servizi nelle Regioni e negli Enti locali

7 maggio 2010Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

direttiva serviziSi apre lunedì 10 maggio la due giorni di corso formativo sulla Direttiva Servizi organizzato dal Dipartimento Politiche Comunitarie ed il Formez, Centro Formazione Studi.

Il corso è finalizzato all’approfondimento della direttiva e dei suoi atti di recepimento a livello statale e regionale ed è rivolto nelle prime due giornate formative di Roma a dirigenti e funzionari delle amministrazioni regionali, che saranno impegnati, successivamente, a diffondere/trasferire le conoscenze acquisite, con il supporto di materiali anche in formato elettronico da condividere attraverso una piattaforma e-learning, ai Comuni e alle Province ed è prevista, per la realizzazione del corso, anche il coinvolgimento dell’ANCI, dell’UPI e delle Confederazioni di categoria.

A seguito dell’approvazione della direttiva 2006/123/CE del 12 dicembre 2006, gli enti locali sono infatti chiamati a verificare la conformità alla Direttiva delle procedure amministrative esistenti ed hanno un ruolo fondamentale nel garantire la corretta attuazione della Direttiva.

Le Amministrazioni, anche locali, sono tenute al rispetto dei seguenti principi:

  • semplificazione delle procedure amministrative per l’accesso e l’esercizio delle attività di servizi;
  • se è necessaria una autorizzazione, i criteri di rilascio devono essere conformi ai principi di trasparenza, proporzionalità e parità di trattamento ed essa sarà valida su tutto il territorio nazionale;
  • lo sportello unico - che si avvarrà anche degli sportelli per le attività produttive nei Comuni - dovrà permettere l’espletamento di tutte le formalità necessarie per l’esercizio delle attività di servizi, ivi compreso il diritto all’informazione, da parte dei fornitori di servizi, siano essi persone fisiche e non solo giuridiche;
  • lo sportello unico dovrà assicurare l’espletamento delle procedure anche a distanza e per via elettronica.

Per monitorare lo stato di attuazione della Direttiva a livello regionale, è già attivo un tavolo tecnico interregionale, coordinato dalla Regione Piemonte, capofila, e questa attività formativa intende favorire dirigenti e funzionari delle Regioni e degli Enti locali nell'affrontare con maggiore competenza gli obblighi che la Direttiva Servizi impone loro.

Il corso si articola in quattro sessioni concentrate in due giornate consecutive. Le prime due giornate del corso si terranno a Roma il 10 e 11 maggio presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri in Via di Santa Maria in Via, 3/4.

A questo primo incontro nazionale, prettamente a carattere formativo e diretto a tutte le Regioni, si aggiungeranno altri incontri informativi della durata di una giornata, articolati su base regionale, che riguarderanno l’approfondimento della Direttiva, del Decreto legislativo nazionale e delle normative regionali già realizzate, nonché il percorso di attuazione della Direttiva stessa. Tali incontri saranno caratterizzati da un taglio molto pratico ed operativo e saranno rivolti soprattutto alle PMI e alle associazioni di categoria.

Le sedi degli incontri informativi regionali (workshop) saranno stabilite più avanti.

Il corso è il primo progetto che il Dipartimento ed il Formez realizzano insieme grazie ad un accordo stipulato nel mese di novembre dello scorso anno. L'accordo prevede che nei prossimi tre anni verranno realizzati progetti di cooperazione principalmente nel settore della formazione e dell'informazione sulla Direttiva Servizi.

Per saperne di più:
Sito del Formez
Programma dell'incontro nazionale [.pdf - 149 Kbyte]

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati