Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | EUR-Infra esperienza all'avanguardia...

EUR-Infra, esperienza all'avanguardia nell'UE

15 maggio 2009Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Dipartimento ha oggi presentato a Bruxelles in occasione della terza riunione del Gruppo di esperti in materia di recepimento e applicazione del diritto comunitario, l'archivio informatico nazionale delle procedure d'infrazione, EUR-Infra.

Il Gruppo, costituito presso il Segretariato generale della Commissione europea, vede la partecipazione di rappresentanti dei 27 Stati membri e si pone l'obiettivo di migliorare il processo di recepimento della normativa comunitaria, anche attraverso lo scambio di esperienze e presentazione di progetti informatici utilizzati nei Paesi.

EUR-Infra, come è stato sottolineato nel corso dell'incontro, rappresenta un'esperienza all'avanguardia nell'Unione Europea e la stessa Commissione ha riconosciuto la validità dello strumento, giudicandolo per molti aspetti migliore della propria banca dati.

Inaugurato nel corso del 2007, EUR-Infra rappresenta un importante risorsa per assicurare un più efficace coordinamento delle attività dei diversi soggetti che lavorano nel settore del contenzioso, una maggiore trasparenza nella trattazione dei dati e un rapido accesso alle informazioni. Stanno inoltre confluendo su EUR-Infra anche i casi registrati nel sistema informatico del "progetto pilota", avviato dalla Commissione il 15 aprile 2008 al fine di sperimentare un nuovo metodo di lavoro tra i servizi della Commissione e gli Stati Membri.

La banca dati EUR-Infra è pubblica e permette al cittadino di conoscere i nuovi casi di procedure di infrazione aperte dalla Commissione europea contro l'Italia.

Anche grazie ad EUR-Infra, ha sottolineato durante la presentazione Roberto Adam, Capo Dipartimento Politiche Comunitarie, "si è riusciti ad abbattere in modo considerevole il contenzioso comunitario nel nostro Paese. Da maggio 2008, infatti, ad oggi si è passati da 185 procedure di infrazione aperte alle 156 attuali".

Nel corso della riunione, è stato anche presentato il nuovo archivio informatico delle direttive comunitarie emanate dall'Unione Europea. Il progetto, in fase di realizzazione presso il Dipartimento, prevede l'inserimento della direttiva fin dalla fase di proposta così da poterne seguire l'iter fino alla sua adozione, alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale e al recepimento nell'ordinamento italiano. L'archivio sarà consultabile in rete.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati