Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Comunicazione | Notizie | Terremoto Ronchi: UE...

Terremoto. Ronchi: UE qui farà qualcosa di straordinario

  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Commissario Hübner e Ministro RonchiSopralluogo all'Aquila del Ministro per le Politiche Europee, Andrea Ronchi, e del Commissario europeo per gli Affari Regionali, Danuta Hübner, nelle zone colpite dal sisma del 6 aprile scorso. 

Ronchi non ha dubbi nel dire che "l'Unione Europea qui farà qualcosa di straordinario. Non sono abituato a fare cifre ma saranno importanti". Prima però è necessario portare a termine la stima dei danni. "Il senso di responsabilità - aggiunge Ronchi - impone di arrivare nel tempo stabilito con una certificazione certa dei danni".

Ronchi, ha voluto sottolineare che "abbiamo una scadenza improrogabile, cioè le dieci settimane dopo il sisma del 6 aprile. Il Governo non vuole perdere tempo, vuole mantenere gli impegni, cioè presentare documenti esatti ma solo dopo questo momento sarà possibile quantificare l'entità dei contributi comunitari".

Una strategia che punta a ottenere, in accordo con Hübner, flessibilità sui fondi europei, accesso a crediti e al limite la modifica ad alcune parti del regolamento degli aiuti di Stato.

"Sono venuta qui per esprimere – afferma il commissario Hübner -  a nome dell'Unione Europea, il cordoglio alle famiglie che hanno avuto delle vittime e la profonda solidarietà a chi ha perso tutto nella propria casa". Il Commissario conferma che l’Europa è pronta a dare, ma l'aiuto comunitario dovrà rientrare nella programmazione già stabilita con i piani fatti fino al 2013.

"L'Aquila e il suo territorio – afferma il Commissario - torneranno a essere più belli di come erano prima del sisma. Gli splendidi abitanti di questi luoghi lo hanno già dimostrato in occasione del precedente sisma. Anche questa volta vinceranno la sfida per la rinascita. L'Unione Europea ha mostrato la solidarietà dalla mattina del 6 aprile, ora qui per capire cosa fare concretamente perché L'Aquila e il suo territorio possano rimettersi in piedi e ricominciare a camminare con le proprie gambe. Utilizzeremo tutti i fondi e tutti gli strumenti a disposizione per aiutare la ricostruzione dell'Abruzzo".

Galleria fotografica della visita in Abruzzo

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati