Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Attività | Comitato Tecnico di Valutazione, 10 aprile 2017

Comitato Tecnico di Valutazione, 10 aprile 2017

10 aprile 2017Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Comitato Tecnico di Valutazione si è riunito il 10 aprile alle ore 15.00 presso il Salone conferenze di Palazzo Cornaro ed è stato prevalentemente dedicato alla preparazione del Comitato interministeriale per gli Affari Europei del 12 aprile 2017. Questi gli argomenti affrontati:


QFP: presentazione ed approvazione del position paper italiano sul futuro del Quadro Finanziario Pluriennale

E' stato presentato e discusso il position paper italiano sul futuro del Quadro Finanziario Pluriennale (QFP). Fatte salve alcune piccole integrazioni richieste da alcune amministrazioni il documento è ritenuto maturo per l'approvazione in CIAE. Il documento rappresenta il contributo italiano in vista dell'imminente adozione della proposta della Commissione europea che aprirà il negoziato sul QFP post-2020. Le proposte italiane si concentrano in particolare su alcune questioni di metodo (definizione e individuazione delle priorità) e di bilancio (flessibilità e semplificazione).


EPPO: negoziato sulla proposta di Regolamento del Consiglio che istituisce la Procura europea

Il Ministero della Giustizia ha presentato l'aggiornamento sul negoziato per l'istituzione di una Procura europea il cui obiettivo è combattere i reati che ledono gli interessi finanziari dell'Unione Europea. In considerazione della mancanza dell'unanimità richiesta per l'approvazione della proposta di regolamento, un gruppo di 16 Stati Membri ha notificato l'intenzione di procedere con la cooperazione rafforzata.

L'orientamento attuale, su cui sarà opportuno un confronto in ambito CIAE, è di partecipare in maniera costruttiva alla riflessione sulla proposta, al fine di ottenerne i miglioramenti che consentirebbero all'Italia di parteciparvi.


Dichiarazione di Roma 2017: illustrazione e seguiti

Il CTV ha avuto uno scambio di vedute sui seguiti alla Dichiarazione di Roma del 25 marzo 2017.

Sono stati, in particolare, approfonditi i temi al centro dei documenti di riflessione che la Commissione europea presenterà nelle prossime settimane. Tra questi, la dimensione sociale dell'UE, le opportunità offerte dai processi di globalizzazione, il rafforzamento dell'unione economica e monetaria, il futuro della difesa europea e il futuro delle finanze dell'UE.

Sono stati illustrati alcuni contributi che l'Italia ha preparato in vista dei paper della Commissione e si è valutata l'opportunità di prepararne ulteriori. Un chiaro posizionamento nazionale, soprattutto nella fase preparatoria dei dossier, è stato ritenuto importante per poter indirizzare per tempo nella direzione auspicata il decision making comunitario.


Brexit: prossimi passi, alla luce della attivazione della procedura ex art. 50

Il CTV ha fatto il punto sugli sviluppi della procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea alla luce della lettera presentata lo scorso 29 marzo dal premier britannico May al presidente del Consiglio europeo Tusk.

Il Ministero degli Affari esteri ha presentato una informativa sulle azioni promosse dalle autorità italiane a favore dei cittadini italiani residenti nel Regno Unito (help desk), il cronoprogramma della Brexit e le prospettive del negoziato. Si sono passate in rassegna alcune possibili iniziative per candidare città italiane ad ospitare sedi di istituzioni ed agenzie che, in conseguenza dell'uscita del Regno Unito dall'UE, potrebbero utilmente essere insediate in Italia.


Presentazione Strategia per lo Sviluppo Sostenibile

Il CTV ha convenuto sull'opportunità di presentare in CIAE lo stato dei lavori sulla Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile ed è stato definito il coordinamento negoziale interno per la preparazione della posizione italiana sulle conclusioni del Consiglio Affari Generali dell'UE di giugno che affronteranno la questione del contributo dell'UE all'Agenda 2030 dell'ONU.

Il Ministero dell'Ambiente ha illustrato la Comunicazione "Next steps for a sustainable European future - European action for sustainability" e sottolineato l'esigenza di un maggiore bilanciamento tra i tre pilastri: sociale, economico ed ambientale. Il CTV ha concordato sull'opportunità di una approfondita riflessione in CIAE.


Governance dei dossier trasversali ex L. 234/2012

Il CTV si è concluso con una riflessione sulla necessità di assicurare il raccordo fra i tavoli di coordinamento che seguono a livello nazionale alcuni dossier orizzontali fra loro connessi. L'obiettivo è di assicurare la coerenza tra le posizioni sostenute nei diversi tavoli. Sono state presentate alcune ipotesi di lavoro che andranno approfondite nei prossimi appuntamenti del CTV.

E' stata infine presentata una rapida informativa sullo stato dell'arte di alcuni dei principali dossier trasversali trattati quali il Programma nazionale di riforma, la pianificazione dello spazio marittimo, lo sviluppo sostenibile, il mercato unico digitale, il Pacchetto servizi e altri. E' stata infine data notizia dell'ultimazione del documento nazionale di posizione sulla Consultazione di medio termine in materia di Unione dei Mercati dei Capitali.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati