Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Attività | Comitato Tecnico di Valutazione, 15 settembre 2016

Comitato Tecnico di Valutazione, 15 settembre 2016

15 settembre 2016Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Comitato Tecnico di Valutazione si è riunito il 15 settembre 2016 ed ha affrontato le seguenti tematiche.


Quadro Finanziario Pluriennale: stato dell'arte e prospettive

Il CTV è stato aggiornato sui lavori del Gruppo che sta predisponendo un non-paper nazionale di carattere generale sul ruolo del Quadro Finanziario Pluriennale nella promozione delle politiche dell'Unione. In parallelo, è in corso un coordinamento ministeriale, anche in vista della riunione del Consiglio Affari Generali dell'UE della prossima settimana, per predisporre la posizione nazionale sulle proposte della Commissione in materia di riesame del QFP 2014-2020.


Relazione sui Servizi di Interesse Economico Generali (SIEG): stato dell'arte 

Entro il 30 settembre 2016 sarà presentata la relazione biennale. Premesso che tutti i settori potrebbero essere coinvolti nel regime "aiuti di stato", il CTV ha invitato le amministrazioni competenti a verificare l'allineamento con le regole UE dei meccanismi di funzionamento del settore di loro pertinenza.

Sarà opportuno, chiusa la relazione per il biennio trascorso, avviare una riflessione sulle modalità di approcciare ai SIEG per i settori di competenza. Utile potrebbe essere un'analisi comparata delle relazioni degli altri Stati Membri per ogni settore.


Attuazione dell'art. 28 della legge 234/2012: piattaforma e-cloud e chiavi di accesso per il coinvolgimento delle Parti sociali

Il CTV ha deliberato sulle linee guida per la piattaforma e-cloud, già concordate nella precedente riunione del Comitato del 14 luglio 2016. In particolare, è stato deciso di creare una piattaforma aperta e-cloud per coinvolgere le parti sociali attraverso lo strumento delle consultazioni. Un gruppo di lavoro tecnico formulerà proposte operative sul funzionamento della piattaforma.


European Defence Action Plan: informativa sul documento di posizione nazionale

Il Ministero della Difesa ha illustrato i lavori del Gruppo ad hoc che ha portato alla elaborazione di un non-paper sulla European Defence Action Plan. Sono state individuate quattro priorità: incentivi fiscali e finanziari, Security of Supply, keystrategicactivities e ricerca.


Esperti nazionali distaccati (END): aree di interesse prioritarie

Il Comitato richiede la partecipazione attiva di tutte le amministrazioni, coordinate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Dipartimento Politiche Europee (DPE), al fine di fornire input per l'individuazione delle aree di interesse prioritario. Tra queste, il DPE suggerisce il settore "aiuti di stato" e "concorrenza". Al contempo viene auspicato uno stretto contatto tra i nuclei di valutazioni con gli END presso le rispettive amministrazioni, per un buon funzionamento di tutto il sistema. 


Primo anno di operatività del CTV

Le amministrazioni concordano sul bilancio decisamente positivo del primo anno di attività del Comitato, riconoscendo la capacità del CTV di rafforzare la condivisione delle informazioni sulle tematiche europee, sviluppare un'azione di raccordo e di sintesi tra le attività tecniche e politiche delle diverse amministrazioni e preparare adeguatamente le decisioni da assumere a livello politico.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati