Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Attività | Relazione consuntiva 2015

Relazione consuntiva 2015

11 marzo 2016Parole chiave: ,
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Relazione consuntiva 2015Il Dipartimento Politiche Europee ha trasmesso al Presidente del Consiglio dei Ministri, in data 24 febbraio 2016, la Relazione consuntiva per l'anno 2015 che verrà successivamente trasmessa al Parlamento secondo quanto previsto dall'art. 13 della Legge 24 dicembre 2012, n. 234. 

Come già avvenuto in occasione della Relazione programmatica, il Dipartimento Politiche Europee ha coordinato e finalizzato la trasmissione del documento in coerenza con i termini temporali previsti dalla normativa, obiettivo che sinora nessun Governo, in precedenza, aveva mai raggiunto.

La Relazione dà conto delle attività svolte dal Governo nel corso del 2015 in relazione agli sviluppi del processo di integrazione europea. La Relazione consuntiva viene predisposta annualmente grazie al contributo delle Amministrazioni, che forniscono i contributi di rispettiva pertinenza, e all'attività di revisione finale e coordinamento effettuata dal Dipartimento Politiche Europee.

In linea con la lettera e lo spirito dell'art. 13, la Relazione è stata concepita in modo tale da risultare utile e funzionale all'attività di indirizzo e controllo con la quale il Parlamento partecipa alla fase di formazione della normativa UE ed è stata strutturata in modo da consentire, anche in prospettiva, un agevole confronto, contenutistico e di coerenza, con i contenuti delle corrispondenti Relazioni Programmatiche.

Nel predisporre la Relazione sono state infatti seguite le indicazioni e i suggerimenti del Parlamento, cercando di rendere il testo più analitico e completo evidenziando ove possibile le linee politiche di azione che il Governo ha perseguito nei diversi settori e dando risalto, con un apposito Allegato, al seguito dato agli atti di indirizzo delle Camere.

Rispetto alla Relazione Consuntiva per l'anno 2014, il testo quest'anno è stato arricchito da nuove Appendici e da alcune innovazioni. La struttura delle Relazione si articola in cinque parti:

  • La prima parte, che riguarda le questioni istituzionali e le politiche macroeconomiche, riporta le attività del Governo volte ad assicurare il corretto funzionamento dell'Unione economica e monetaria e, più in generale, le relazioni con le Istituzioni dell'Unione Europea.
  • La seconda parte è dedicata alle misure adottate sia nel quadro di politiche orizzontali – come le politiche per il mercato unico e la competitività, in linea con le Strategie della Commissione europea in materia di beni e servizi, mercato unico digitale, energia e mercato dei capitali – che settoriali – quali le politiche di natura sociale o quelle rivolte al rafforzamento di uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia in Europa ed oltre i suoi confini.
  • La terza parte, rivolta al tema della dimensione esterna dell'Unione, illustra, tra le altre, le azioni governative in materia di politica estera e di sicurezza comune nonché in materia di allargamento, politica di vicinato e di collaborazione con Paesi terzi.
  • La quarta parte riguarda le attività di comunicazione e di formazione relative all'Unione Europea.
  • La quinta parte, infine, è dedicata alle attività di coordinamento nazionale delle politiche europee ed espone, tra le altre, le attività del CIAE (Comitato Interministeriale per gli Affari Europei), le tematiche concernenti l'attuazione della normativa UE e il contenzioso davanti alla Corte di Giustizia.



Completano il testo cinque Allegati recanti, rispetto all'anno passato, oltre ai consueti elenchi dei Consigli dell'UE e dei Consigli europei, dei flussi finanziari dall'UE all'Italia, delle direttive recepite e degli acronimi presenti nel testo, anche l'elenco degli atti di indirizzo parlamentari formulati (su iniziative specifiche o in vista dei Consigli europei) e il riferimento ai relativi seguiti intrapresi dal Governo (come richiesto dalla risoluzione n. 451 del 30 giugno 2015, adottata dalla 14° Commissione della Camera dei Deputati in occasione dell'esame delle Relazioni consuntive per gli anni 2013 e 2014).

La presenza dei seguiti dati dal Governo agli atti di indirizzo parlamentari, al fine di una verifica delle posizioni prese dal Governo nelle sedi istituzionali europee, è forse la più rilevante novità di questa relazione consuntiva.

La Relazione riporta altresì:

  • le risposte fornite dal Governo alle consultazioni pubbliche lanciate dalla Commissione europea e trasmesse alle Camere ai sensi dell'articolo 6, comma 2 della legge 234 del 2012;
  • l'elenco degli incontri istituzionali, a Roma e a Bruxelles, tra rappresentanti del Governo e rappresentanti delle istituzioni europee.

Il Sottosegretario Gozi, nella Premessa alla Relazione, auspica che il documento, così come è stato strutturato e arricchito rispetto al passato, "si riveli, sempre di più, un utile strumento conoscitivo, funzionale all'ulteriore miglioramento del reciproco dialogo tra Governo e Parlamento, nel quadro di una sempre più consapevole, sistematica ed efficace partecipazione del nostro Paese alle politiche dell'Unione Europea".


Per saperne di più:
Relazione consuntiva 2015 [.pdf - 3,65 Mbyte]
Premessa del Sottosegretario Gozi
Approfondimento sulle Relazioni annuali

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati