Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Attività | Aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree

Aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree

8 gennaio 2016Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Le nuove norme sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree (2014/C 99/03), che sostituiscono le linee guida del 2005, prevedono quattro principali elementi di novità:

  • un periodo di transizione per gli aiuti al funzionamento, per consentire agli aeroporti non redditizi di adeguarsi gradualmente ai cambiamenti del mercato: nel periodo di transizione, della durata di dieci anni, il deficit iniziale di finanziamento dei piccoli aeroporti può essere coperto dagli aiuti in una percentuale che varia tra il 50 e l'80 per cento;
  • aiuti agli investimenti più mirati per garantire gli obiettivi di sostegno pubblico solo nei casi in cui è veramente necessario e quando gli effetti positivi sono chiari, come ad esempio la realizzazione di una maggiore accessibilità, lo sviluppo regionale o una minore congestione del traffico nei principali aeroporti;
  • regole semplificate per gli aiuti di start-up, per attirare le compagnie aeree a volare verso nuove destinazioni e iniziare ad utilizzare gli aeroporti nuovi e non testati;
  • regole chiare per la valutazione degli accordi tra aeroporti e compagnie aeree, per garantire che,  laddove siano previsti vantaggi concessi dalle autorità pubbliche a favore delle compagnie aeree,  gli stessi siano privi di aiuto e contribuiscano alla redditività degli aeroporti interessati.


Per saperne di più:

Orientamenti sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree [.pdf - 2,59]
Documento di posizione italiana [.pdf - 259]

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati