Vai direttamente ai contenuti

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Attività | 5 - Il professionista italiano nell'UE

5 - Il professionista italiano nell'UE

15 aprile 2011
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Riconoscimento delle qualifiche professionali - Guida all'utente 

5. Il professionista italiano nell'UE

 

Il professionista italiano che intende esercitare la propria professione in un altro Stato dell'UE e necessita di informazioni, può rivolgersi ai Punti di Contatto nazionali (in Italia il Punto di Contatto è istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle Politiche Comunitarie – Ufficio Mercato Interno e Competitività – Servizio I), che, ai sensi dell'art. 57 della direttiva, hanno il compito: 

  • di fornire ogni informazione utile al riconoscimento delle qualifiche professionali;
  • di assistere i cittadini nell'ottenimento dei diritti conferiti dalla stessa direttiva, cooperando, eventualmente, con altri punti di contatto e con  le competenti autorità dello Stato membro ospitante.


Allo stesso modo, il professionista straniero (UE e non UE), che vuole esercitare la propria professione in Italia, può rivolgersi al Punto di Contatto italiano, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle Politiche Comunitarie – Ufficio Mercato Interno e Competitività – Servizio I.

Elenco dei Punti di Contatto nazionali degli Stati dell'UE (vedi Allegato 4).

Per altre informazion, è possibile consultare il sito della Commissione europea.

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati