Vai direttamente ai contenuti

EN FR

Modulo ricerca nel sito

sei in: Home | Attività | Criteri per inserimento di enti di formazione/orientamento in elenco pubblicato da EPSO

Criteri per inserimento di enti di formazione/orientamento in elenco pubblicato da EPSO

9 luglio 2010Parole chiave:
  • Segnala presso:
  • Delicious
  • Diggit
  • Facebook
  • Google
  • OKNOtizie
  • Technorati
  • My Yahoo

Il Dipartimento Politiche Comunitarie (Presidenza del Consiglio dei Ministri) e il Ministero Affari Esteri, nell'ambito dell'attività di sostegno ed informazione relativa alla partecipazione dei cittadini italiani ai concorsi EPSO per il reclutamento del personale delle istituzioni europee, hanno definito alcuni criteri per l'inserimento degli enti di formazione e/o orientamento che offrono corsi di preparazione al concorso nell'elenco pubblicato da EPSO (a titolo informativo)  e le linee guida ai contenuti e alla struttura dei corsi.

I criteri e le linee guida, definiti sulla base dei nuovi criteri di selezione adottati da EPSO, hanno inoltre l'obiettivo di fornire da una parte, agli enti di formazione, indicazioni utili per migliorare l'offerta formativa, e dall'altra, ai possibili candidati, un utile strumento per  valutazioni circa l'adeguatezza del corso e della struttura alle proprie esigenze formative. 

I corsi continueranno, infatti, ad essere gestiti in piena autonomia dagli enti di formazione e/o orientamento, in modo tale da favorire una migliore risposta alle esigenze concrete di mercato, migliorando costantemente l’offerta formativa.

Gi enti che intendono essere inseriti nell'elenco delle istituzioni che offrono corsi di preparazione ai concorsi pubblicati nel sito EPSO dovranno rispondere a tutti e quattro i requisiti che seguono. Essi potranno rivolgere la propria domanda al Ministero degli Affari Esteri  (Uff.VI – DGIE dgie6@esteri.it).

Tali enti, individuali e consortili, dovranno avere:

  1. continuativa attività nel settore della formazione/orientamento/valutazione delle competenze, provata attraverso atto costitutivo e autocertificazione dell'ente per operare nell'ambito delle attività formative richieste dal bando EPSO.
  2. Possesso dell'accreditamento regionale o della certificazione ISO nell'area formazione e/o orientamento.
  3. Organizzazione strutturata nell'erogazione di attività di formazione e di orientamento in particolare in ambito internazionale, placement e valutazione delle competenze.
  4. Offerta di programma formativo coerente con le "linee guida per i corsi di preparazione ai concorsi EPSO".

 

inizio pagina Torna alla pagina iniziale

Dipartimento Politiche Europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri

2009 © Tutti i diritti riservati